Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for febbraio 2010

grazie!

Read Full Post »

Riporto un post tratto dal  blog di Vittorio Pasteris

“Con un certo imbarazzo notiamo come sia diventata di gran moda la diretta via twitter o le contribuzioni “da twitter” per fornire informazioni dal devastante terremoto cileno. E’ un po’ come un po’ di tempo fa quando era figo portare qualsiasi cosa su Second Life. Quando poi si focalizzeranno non sulle parole magiche ma sulle notizie sarà tutta un’altra storia. …” V.P.

Che peccato considerare una rivoluzione come quella dei social network un modo come un altro di essere fighi. Second Life si è semplicemente trasformato, gli utenti si sono spostati, la rete corre, cambia e si adatta. Domani forse twitter sarà solo un ricordo, ma oggi insieme a Facebook stanno davvero rivoluzionando il modo di comunicare.

Ho digitato Cile e Twitter su google:

– L’ufficio per gli affari consolari del dipartimento di Stato Usa ha inviato i cittadini statunitensi che cercano i propri cari in Cile dopo il sisma che ha colpito oggi il Paese, ad usare i social network. “Raccomandiamo l’uso di degli sms, Twitter e Facebook per contattare i propri familiari in Cile”.

Dallo spazio su Twitter le prime foto di Concepcion, la città cilena colpita più duramente dal terremoto della notte scorsa. Le istantanee sono state scattate dall’astronauta Soichi Noguchi, che si trova sulla Stazione spaziale internazionale. Nella didascalia è scritto ”Concepcion, Chile. Mega earthquake (M8.3) hit this city this morning. Photo taken a few hours ago. We pray for you”.

Sul social network corre anche la rete della solidarietà. Dal paese sudamericano c’è chi si è messo a disposizione per le persone che, dall’estero, vogliano contattare parenti o amici: ‘Maluflores’ ad esempio si offre come intermediaria. E in molti, come ‘Jairocalixto’, hanno aperto un indirizzo sul social network a cui inviare le richieste di aiuto.

-Circolano nella rete diversi annunci, si cercano persone disperse. C’è chi posta su Twitter le foto del disastro.

Questa è la comunicazione che deve imbarazzare: (prescrizione no assoluzione) dal tg1:

Read Full Post »

Presentate le 17   liste che  correranno in appoggio dei tre candidati sindaci  nella città della Reggia.

Dopo le primari del Pd per scegliere il proprio candidato Sindaco e così concluse: Giuseppe Catania 1.860 voti, Nicola Pollari 1.406, Vincenzo Russo 374 e Giulio Capozzolo 297, i candidati che si presenteranno sono:

Nicola pollari 5 liste collegate: Democratici per Venaria, Sinistra per Venaria con Pollari, i Verdi, Venaria Oltre e la Federazione della Sinistra

Pino Catania7 liste: PD, Moderati, IdV, Psi socialisti Uniti, Uniti per cambiare, Udc, Sel.

Giovanni Baietto 5 liste: Pdl, Lega Nord, Nuovo Psi, Dc per Baiettto, La Destra.

Read Full Post »

Presentate le diciotto le liste che si contenderanno a suon di preferenze la poltrona da consigliere al comune di Moncalieri.  Quattrocento i candidati uno per ogni 140 abitanti, quattro i candidati Sindaco.

Stefano Zacà per il centro-destra, avrà l’appoggio di Pdl, Lega Nord, Per Moncalieri, l’Unione per Moncalieri, La destra, Fiamma Tricolore, Democrazia Cristiana e Verdi Verdi.

Roberta Meo per il centro-sinistra, potrà contare su Pd, SEL, IdV, Moderati, Meo per Moncalieri, Pensionati ed Invalidi, Verdi Civica,  Psi socialisti uniti.

Giancarlo Chiapello per l’UDC 

Natalia Brussino per la federazione della sinistra.

Read Full Post »

Per la corsa alla presidenza della Giunta Regionale sono stati depositati alla Corte d’Appello di Torino 32 simboli e circa 800 nomi di aspiranti consiglieri regionali.Quattro i candidati: Mercedes Bresso, sostenuta da una coalizione di centrosinistra con dentro l’Udc e con un accordo tecnico con la Federazione della Sinistra. In tutto dodici partiti. Il centrodestra punta su Roberto Cota, con l’appoggiato di nove formazioni tra cui Pdl, Lega nord, Pensionati, nuovo Psi, al centro con Scanderebech e La Destra di Storace. Davide Bono è il candidato presidente per il Movimento 5 Stelle. E poi c’è Renzo Rabellino, con le liste Forza Toro, lista del Grillo, Lista Cota-pdl, Lega padana.

Read Full Post »

Cile: Sisma di magnitudo 8,8. Blackout a Santiago. Secondo il Servizio geologico americano, il terremoto si è verificato 90 chilometri a Nord-Est di Concepcion, a una profondità di 55 chilometri, alle 3:34 del mattino ora locale (le 7:34 in Italia). Il Centro tsunami ha detto in un comunicato che “un terremoto di queste proporzioni ha il potenziale per generare uno tsunami distruttivo che può colpire le coste vicino all’epicentro nel giro di minuti e quelle più distanti nel giro di ore”.

Read Full Post »

di Alessandro Porro http://alessandroporro.wordpress.com/

Ci vorranno tre anni e forse più ma in futuro San Salvario potrà contare su un poliambulatorio all’avanguardia, uno dei più grandi e funzionali della città.
A breve infatti inizieranno i lavori in quella che era l’ex scuola delle suore di Maria Consolatrice. Prima di raccontare le trasformazioni che verranno conviene guardare per un attimo al passato.
Fino ai primi anni ‘90, il complesso che si affaccia sulle vie Madama Cristina, Petitti e Saluzzo era infatti una scuola materna ed elementare, impreziosita da una graziosa cappella risalente al 1912 (ora sede dell’associazione laica Maria Consolatrice).
Chiusa la scuola, parte del palazzo è stata ceduta all’Asl che ne ha fatto un poliambulatorio di quartiere.
Passandovi accanto quasi tutti i giorni mi sono spesso chiesto perchè quel palazzo fosse in buona parte in disuso e diciamolo pure, quasi fatiscente.
La risposta alla mia domanda però c’era già e l’idea di porre fine alla fatiscenza di quel palazzo l’aveva avuta la stessa Asl.
Esiste infatti da tempo un progetto che prevede la ristrutturazione dell’intero complesso nel quale, al termine dei lavori, verranno trasferite tutte le attività ambulatoriali sparse ora per il territorio della circoscrizione e non solo.
Il progetto è quasi top secret ma “i soliti bene informati” ne sanno anche più dei progettisti stessi.
Dunque, stando a queste voci di corridoio, l’ala che affaccia su via Madama Cristina verrebbe interamente ristrutturata.
Quella che si affaccia invece su via Saluzzo, un tempo ospitante la palestra della scuola, verrà invece sopraelevata (di quanti piani non si sa).
La chiesa, tutelata dal vincolo architettonico della Soprintendenza, verrà scorporata dal resto abbattendo la parte absidale che costituisce un’aggiunta successiva ritenuta non di pregio.
Non mancherà poi un parcheggio pertinenziale con ingresso da via Petitti e riservato ai dipendenti (non sarebbe stato malvagio un parcheggio pubblico vista la penuria di posti auto nella zona).
Voci non confermate dicono che su via Saluzzo potrebbe trovare posto il SerT (Servizio per le tossicodipendenze).
San Salvario potrà così vantare un moderno poliambulatorio che servirà l’intero bacino d’utenza da una posizione abbastanza centrale. Sorge tuttavia spontanea una domanda.
Nei tre anni (e forse più) di durata dei lavori dove andranno a finire i servizi attualmente ospitati in via Petitti?
Per quanto riguarda i servizi di sportello verranno spostati all’interno del territorio circoscrizionale, le attività specialistiche su prenotazione verranno invece trasferite in via San Secondo e in altri ambulatori dell’Asl To 1.
Il Cup e il servizio di scelta-revoca del medico troveranno momentaneamente posto in via Silvio Pellico 28 (ospedale Evangelico Valdese).
I consultori familiari verranno invece portati in via Saluzzo 101.
I lavori di trasloco sarebbero dovuti iniziare già lunedì 1 marzo ma il ricorso da parte di un’impresa partecipante all’appalto ha rallentato il tutto. Occorrerà infatti attendere la pronuncia del Tar prima di poter procedere a qualsiasi lavoro.

Read Full Post »

Older Posts »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: